Menta piperita

2.50

La menta piperita è una pianta aromatica perenne molto utilizzata in fitoterapia, ma è anche molto versatile in cucina e viene usate sia per piatti dolci che salati.

 

 

Categoria:
  • g
  • f
  • m
  • a
  • m
  • g
  • l
  • a
  • s
  • o
  • n
  • d

Descrizione

La menta piperita (mentha x piperita) è un pianta erbacea stolonifera aromatica che appartiene alla famiglia delle labiate e al genere mentha. È un incrocio tra la mentha aquatica e mentha spicata. La menta è originaria dell’Europa e coltivata in tutto il mondo. La menta piperita è una pianta alta fino a 70 cm. con steli eretti e radici rizomatose, le foglie semplici, opposte, lanceolate e ricoperte da una pelosità verde acceso. I fiori sono di forma conica riuniti all’apice in maniera irregolare e di colore bianco rosa o viola. Il frutto è una capsula che contiene un massimo di 4 semi.

Le foglie dopo essere state essiccate si conservano in vasi di vetro a chiusura ermetica anche per un anno. Le sommità fiorite invece vanno recise 10-20 cm al di sotto dell’infiorescenza.

 

 

Come si coltiva

La coltura della menta è una delle più estese tra le piante aromatiche, in quanto le materie prime sono molto richieste dalle industrie: profumiere, dolciaria, farmaceutiche, ecc.

Predilige terreni freschi, sciolti, profondi, fertili e irrigabili. Si può coltivare tuttavia anche su terreni di medio impasto con le opportune concimazioni ed irrigazioni.

Utilizzi

Utilizzi in Fitoterapia

La Menta piperita, rispetto agli altri tipi di menta, ha un più alto contenuto di mentolo ed è una delle piante officinali più utilizzate. Dalle proprietà analgesiche, anestetiche, antisettiche, depurative, digestive, toniche e carminative, è molto usata anche nella cosmesi.

L’infuso si può utilizzare in caso di raffreddore, sinusiti, stati di affaticamento e nervosismo, digestione difficile e nausea. L’infuso utilizzato come detergente per la pelle grassa, antisettico per bocca e gola e contro l’alitosi.

I suffumigi di acqua bollente con foglie essiccate di menta in caso di raffreddori, sinusiti, catarro, asma e nevralgie. Le foglie fresche, pestate e applicate calde per alleviare il prurito cutaneo.

L’olio essenziale di menta è un importante rimedio contro le cefalee e emicranie di tipo tensivo.

Si sconsiglia l’assunzione in caso di reflusso gastro-esofageo e di ulcera. L’olio è sconsigliato a chi soffre di patologie al fegato o ai reni e ai malati di favismo.

 

Utilizzi in Cucina

Le foglie di menta possono essere aggiunte all’insalata per donare una freschezza inebriante.

Viene utilizzata in pasticceria, nei biscotti, nelle torte e nei gelati.

Perfetta per realizzare dello sciroppo alla menta da utilizzare per fare dei ghiaccioli o per aromatizzare delle fresche bevande.

Molto apprezzato anche il pesto di menta e mandorle da utilizzare come condimento per la pasta insieme alle zucchine.

Importate nella produzione di bevande analcoliche come acqua e menta, infusioni o alcoliche come mojito.

 

Formati disponibili

Vaso 10 cm, altezza totale 20/25 cm

Info