Salvia comune

3.00

La salvia comune è un’aromatica perenne dai delicati fiori con proprietà antinfiammatorie, antisettiche è digestiva, antisudorifera, balsamica ed espettorante.

 

Categoria:
  • g
  • f
  • m
  • a
  • m
  • g
  • l
  • a
  • s
  • o
  • n
  • d

Descrizione

La salvia comune (salvia officinalis) è una pianta perenne aromatica dai delicati fiori appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Il nome generico salvia deriva dal latino “salvus” (salvare, sicuro, bene, sano).

Si tratta di una specie perenne, che raggiunge in altezza il mezzo metro circa e può poi allargarsi a formare un bel cespuglio sempreverde. A inizio estate emette delle spighe fiorite a pennacchio, ermafroditi e i piccoli petali sono di colore viola o lilla. Ha radici fascicolate dure e robuste.

La parte superiore del fusto, a sezione quadrangolare è molto ramificata e legnosa alla base. Le foglie di forma lanceolata sono disposte opposte, di colore verde-grigio e fittamente ricoperte di peluria.

Le foglie si raccolgono all’occorrenza ma per conservarle si devono cogliere prima della fioritura e far essiccare.

Come si coltiva

La pianta si adatta a tutte le tipologie di terreno ma con preferenza verso quelli calcarei, soleggiati e a tessitura sabbioso-limoso, soffre terreni argillosi e con ristagni idrici.

Utilizzi

Utilizzi in Fitoterapia

La salvia ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche, digestiva, antisudorifera, balsamica, espettorante, astringenti e cicatrizzanti.

Si utilizza in cibi, vini, infusi o decotti di fiori e foglie per regolarizzare il flusso mestruale, la menopausa, curare ansia depressione e astenia durante una convalescenza per malattia, in caso di digestione difficile, eccessiva sudorazione, per stimolare l’intestino e per riequilibrare il sistema nervoso. Per uso esterno si utilizza la tintura di sommità fiorite o infuso da applicare su piaghe e punture d’insetto. Gargarismi con il decotto con gengive sanguinanti, gargarismi e alito cattivo.ai puo utilizzare anche per un bagno tonificante e stimolante.

Le foglia si possono utilizzare strofinare sui denti per sbiancarli.

L’assunzione prolungata o in dosi eccessive può essere tossica e causare seri disturbi nervosi.

Si sconsiglia l’uso in gravidanza.

 

Utilizzi in Cucina

La salvia è una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina ed anche una delle più coltivate.

È utile averla sempre fresca e a portata di mano. Ha molti utilizzi nelle ricette essendo ottima tanto con la carne che per condire la pasta, pane. Nella sua semplicità è famoso il condimento burro e salvia, buonissimo su gnocchi e ravioli. Nella cucina ne va fatto un uso controllato poiché essa contiene una sostanza, il tujone, e anche della canfora, reputate neuro tossiche se ingerite in elevate dosi.

La salvia ha foglie carnose, che fritte diventano croccanti e perdono il retrogusto amaro. Uno snack interessante è  proprio la Salvia fritta: foglie di salvia fresca pastellate.

 

Formati disponibili

Vaso 10 cm, altezza totale 20/25 cm

Info